Loading...

Travertino

Il travertino viene estratto dalle numerose cave della zona, soprattutto lungo la Strada delle Cave, che da Serre di Rapolano conduce ad Asciano. Le immagini più suggestive si osservano presso il Podere Oliviera e la Chiesa neo-romanica di S.Andrea (attenzione: assenza di parapetti), perché queste costruzioni si affacciano isolate sullo strapiombo di vecchi fronti di cava, così come un tratto della strada stessa.

L'estrazione e la lavorazione del travertino è l'attività tradizionale di questa zona, una pietra anche usata nell'arredo architettonico della vicina Siena. Il travertino di Rapolano ha infatti originali caratteristiche di colorazione e venatura, che rende molto apprezzato il suo impiego nell'arredo urbano e nelle decorazioni architettoniche degli edifici. I laboratori artigianali producono inoltre suppellettili di travertino per l'arredo della casa e del giardino.

Rapolano Terme si trova nei dintorni di Siena, tra le Crete Senesi ed il Chianti. Quello che caratterizza questo territorio è il travertino, in tutte le sue tonalità: non solo il bianco, ma anche rosato, o tendente al giallo, fino all'aranciato. Col travertino sono state costruite le case e le chiese, le panchine ed i marciapiedi, le fontane e le statue dei parchi. Sono di travertino anche i borghi fortificati del circondario, come Armaiolo e Poggio Santa Cecilia. Il travertino, che ha reso questa zona ricca e famosa, è un elemento costante e irrinunciabile: lo troviamo anche al Museo del Presepe nel vicino paese di Serre di Rapolano, dove la rappresentazione delle cave di travertino offre un'originale ambientazione dei personaggi natalizi.